Il sito Cartoceto in Movimento utilizza cookies come descritto in Cookie Policy.  Premendo il tasto OK accettate l'utilizo dei cookies da parte nostra.

 

Archivio News Locali

Ai bambini acqua dal rubinetto e negli uffici comunali acqua minerale?

Acuni genitori di bambini che frequentano la scuola materna di Cartoceto si chiedono se l’acqua del rubinetto che viene data da bere ai loro figli sia buona.

Tutti gli asili comunali infatti, da qualche tempo, per una decisione dell’Amministrazione, non forniscono più acqua imbottigliata ma l’attingono direttamente dalla rete idrica. Quello che però ai genitori non va giù è che mentre ai loro figli viene data da bere acqua dal rubinetto, negli uffici comunali si beve acqua minerale fornita in boccioni (foto). È inoltre vietato ad un genitore fornire dell’acqua imbottigliata al proprio figlio, così come è accaduto ai genitori che si sono sentiti dire “No” da parte delle bidelle della scuola.

Leggi tutto...

Comitato Lucrezia è Natura: evitiamo la costruzione della Centrale a Lucrezia.

Venerdì 8 giugno, a Cartoceto, si è tenuto un incontro tra il Comitato Lucrezia è Natura e la Giunta Comunale in merito alla centrale biogas nel quartiere S.Marco. L’Amministrazione ha ribadito quanto affermato alla riunione pubblica, organizzata dal Comitato il 28 maggio scorso e cioè di avere gli strumenti e la volontà per evitare la costruzione della Centrale. Ha inoltre manifestato la propria disponibilità al continuo dialogo sulla vicenda.

“Da informazioni assunte, la società Opera Investimenti srl – afferma il Comitato Lucrezia è Natura - avrebbe già inviato il progetto per la costruzione della Centrale agli organi competenti. Non appena avremo modo di verificarlo e di estrarne la relativa documentazione, ne daremo contezza ufficiale a tutti gli interessati. È nostra intenzione consolidare i rapporti con i Comitati dei Comuni limitrofi, afflitti dallo stesso, grave, problema, con il sostegno e l’esperienza del Coordinamento dei Comitati delle Valli del Metauro, Cesano e Candigliano”.

Leggi tutto...

Urbania e Real Metauro, premio per i giovani

Calcio Dilettanti. Il comitato regionale ha pubblicato le graduatorie di utilizzo: vincono le nostre.

Il Comitato Regionale Marche ha reso pubbliche le graduatorie delle società in merito all’impiego di giovani calciatori nei campionati di Eccellenza e Promozione. Prime classificate due società della nostra provincia. Per l’Eccellenza l’Urbania con punti 14157. Per la Promozione il Real Metauro con punti 18341. Alle due società verrà assegnata la somma di 5.000 euro.

Fulvio Flavoni, allenatore del Real Metauro dice: «Riguardo la stagione calcistica 2011/201 sono arrivato al Real Metauro — dice il giovane tecnico umbro — con buoni propositi e dopo aver valutato ogni singolo giocatore, insieme ai miei collaboratori, abbiamo iniziato il nostro percorso consapevoli di avere giocatori giovanissimi ma con grandi potenzialità.Nonostante l’ambiente fosse ancora negativo a causa della retrocessione dell’anno precedente, abbiamo creato insieme alla società, staff tecnico e giocatori, un gruppo vincente. Inizialmente l’obiettivo della società era la salvezza ma a poco a poco, giornata dopo giornata, la squadra si è creata un’altra meta, quella della vittoria del campionato andandoci molto vicino».

Leggi tutto...

Falsificava le ricette per procurarsi un oppiaceo

Arrestato informatore scientifico. Per evitare il licenziamento a fine contratto – 1.800 euro mensili per un periodo di tempo comunque limitato – avrebbe rubato timbri e ricettari negli ambulatori di alcuni medici dove passava per piazzare i medicinali. In qualche caso avrebbe anche reperito la tessera sanitaria dei pazienti a cui intestava le ricette falsificate, quando non le emetteva direttamente a suo nome per poi presentarsi in farmacia.

Il farmaco in questione è il Targin, analgesico a base di alcaloidi naturali dell’oppio. La ditta dove lavorava gli avrebbe dato un ultimatum: “O vendi un tot di scatole di questo nuovo farmaco oppure a fine contratto ti licenziamo”.

A rivelarlo, come a raccontare l’intera vicenda, è il Resto del Carlino di oggi, che racconta come l’informatore scientifico – un 48enne residente da anni a Lucrezia – sia stato arrestato giovedì scorso dai carabinieri, su segnalazione di alcuni farmacisti che a maggio hanno riscontrato, e segnalato, un volume di vendite molto alto del medicinale.

Leggi tutto...

Centrale biogas a Lucrezia, la protesta dei residenti: Pronti a dare battaglia

Continua la mobilitazione degli abitanti di Lucrezia contro la centrale biogas. Venerdì 22 giugno, alle ore 21:00, si svolgerà una manifestazione di protesta organizzata dai residenti.

“Non vogliamo aspettare passivamente che politica e burocrazia facciano il loro corso – afferma Domenico Gatti, uno dei promotori -, per questo stiamo organizzando un corteo che partirà dal quartiere San Marco, dove si vorrebbe costruire la centrale, e sfilando per le principali vie del paese si concluderà in piazza Giovanni Paolo II, in pieno centro.

Leggi tutto...

Il circolo Nuova Italia chiede uno stop alla centrale a biomasse

«Chiarezza per uno sviluppo sostenibile». E’ quanto chiede il Circolo Nuova Italia della Valmetauro per bocca del suo coordinatore Maurizio Vincenti. «No alle centrali senza regole» è lo slogan del Cni. «Grazie ai soliti incentivi elargiti a pioggia, senza cognizione di causa, stiamo assistendo a continue richieste per la costruzione di centrali biogas e biomasse — dice il coordinatore, di Lucrezia —.

Essere contrari a prescindere significa ignorare l’effettivo bisogno di energia elettrica ma, purtroppo, in questi anni abbiamo assistito impotenti all’installazione a terra di pannelli fotovoltaici deturpando la bellezza delle nostre colline.

Leggi tutto...

Bergamo si inchina a Bassano nel grande giorno di Lucrezia

Volley Un successo le finali nazionale Under 16. Omicioli raggiante.

«Un successo straordinario». Così Alighiero Omicioli, presidente dell’Apav, società che ha organizzato le finali dei campionati italiani di volley femminile Under 16.

A vedere la finalissima che si è giocata ieri mattina al palazzetto Cercolani di Lucrezia c’erano oltre 1200 persone. Alla fine l’ha spuntata Brunopremi.com Bassano del Grappa che si è imposta sulla Foppapedretti Bergamo per 3-1.

«Una finale giocata al cardiopalma — racconta entusiasta Omicioli, il deus ex machina della riuscita manifestazione —, Bergamo si è aggiudicata il primo set, poi è regnato l’equilibrio nel secondo e nel terzo, ma nel quarto la Foppapedretti ha mollato». I parziali: 21-25 25-16 25-22 25-16.

Leggi tutto...

Allarme alla porta e un nuovo cancello

Un allarme che segnali l’apertura della porta antipanico all’asilo “Il nido dei paperi” verrà installato questa mattina. L’ufficio tecnico del Comune di Cartoceto, inoltre, si metterà al lavoro per valutare la possibilità di garantire una seconda barriera fisica, a tutela dei bambini, attraverso un cancello (quello in disuso o uno nuovo) che resti chiuso.

Sono queste le misure operative che l’amministrazione comunale adotterà per rispondere all’emergenza determinata, lunedì scorso, dalla fuga di due bambini dall’asilo nido. Misure chieste in particolare dai genitori per evitare che una colpevole disattenzione del personale dell’asilo possa esporre ancora i bambini ai rischi incontrollabili corsi dai due pargoli sfuggiti al controllo delle educatrici, che hanno scorrazzato in strada finché qualcuno non li hanno protetti.

Leggi tutto...

Bimbi in fuga dall'asilo, anche il comune si tutela

Prosegue l’attività d’indagine dei carabinieri di Saltara del maresciallo Antonello Pannaccio sulla «fuga», lunedì mattina, dei due bambini dall’asilo «Il nido dei paperi» di Lucrezia, struttura comunale gestita da un’Ati (associazione temporanea d’imprese) di tre cooperative: «Labirinto» di Pesaro, capofila; «La Sorgente» di Fossombrone»; «AssCoop» di Ancona.

Gli uomini dell’Arma ieri hanno ascoltato i genitori dei bimbi protagonisti dell’incredibile vicenda e raccolto una serie di ulteriori testimonianze. A breve sarà sentita anche la signora che affacciandosi dalla finestra ha notato i bimbi girovagare senza scarpe in mezzo ad un parcheggio e l’impiegata della delegazione comunale che l’ha aiutata a rincorrerli e a metterli in salvo. Al lavoro investigativo seguirà una relazione alla Procura della Repubblica.

Leggi tutto...

Asilo a Lucrezia, trovato l'accordo tra genitori e comune

Il personale interno verrà reintrodotto tranne le persone coinvolte nella vicenda

E' stato un incontro a tratti acceso quello di ieri sera a Lucrezia, durante il quale comune, cooperative e genitori hanno fatto il punto su quanto accaduto nei giorni scorsi all'asilo “Il nido dei Paperi”, dal quale due bambini piccolissimi sono usciti aprendo una porta antipanico e sono in seguito finiti in mezzo ad una strada senza che nessuno se ne accorgesse.

La vicenda, nella quale si è evitato il peggio solo grazie alla prontezza di una signora, che li ha notati e consegnati ad alcuni dipendenti del comune, ha destato allarme e clamore in tutto il territorio.

Leggi tutto...

Carabinieri al lavoro: aperta una inchiesta

Fuga dall'asilo per abbandono di minore si procede d'ufficio

Sul grave episodio verificatosi all’asilo di Lucrezia «Il nido dei paperi» la lista di minoranza consiliare «Fare Comune» sottolinea: «E’ ingiusto puntare il dito solo sul personale della scuola. Occorre invece evidenziare che la “location” della struttura è del tutto inadeguata perché manca, in primo luogo, una recinzione integrale, indispensabile quando si ha che fare con un nido.

E’ altrettanto inaccettabile che la porta antipanico non sia collegata ad un sistema di allarme in grado di azionarsi in caso di apertura impropria. Ci risulta, per altro, che un gruppo di genitori, già nel 2010, abbia fatto richiesta di installazione di un cancello interno all’area per garantire la chiusura totale del plesso, ma ad oggi non è stata ancora realizzata».

Leggi tutto...

E’ un miracolo che mio nipote sia vivo

Parla il nonno di uno dei due bimbi ‘fuggiti’ dall’asilo nido. Passeggiata in mezzo alle auto.

«E’ un miracolo che mio nipote sia sano e salvo. Dovremo ringraziare per tutta la vita la signora Roberta che affacciandosi dalla finestra ha visto lui e il suo compagno intuendo immediatamente che c’era qualcosa di strano». Sono le prime parole di Guerrino Sperandei sul grave episodio verificatosi all’asilo nido di Lucrezia, struttura comunale gestita da un pool di tre cooperative con capofila il «Labirinto» di Pesaro.

Due bambini sono incredibilmente riusciti ad eludere la sorveglianza del personale scolastico e a fuggire all’esterno, gironzolando fra macchine in sosta e altri pericoli dopo aver attraversato la strada principale del paese, quella di via Della Repubblica, e uno dei due «fuggiaschi» è appunto il nipotino di 26 mesi del signor Sperandei, che ricostruisce tutte le fasi della vicenda. «Il bambino di mia figlia e il suo amichetto, anche lui di poco più di due anni, sono usciti dall’asilo («Il nido dei paperi», ndr) probabilmente spingendo il maniglione di una porta antipanico e poi, con ai piedi solo dei calzini antiscivolo, hanno percorso il piazzale della scuola e attraversato la strada più trafficata della zona arrivando fino al parcheggio sul retro del Bar Centrale. Come minimo trecento metri, ma potrebbero aver camminato molto più a lungo perché non si sa bene quanto tempo sia effettivamente passato dalla loro “fuga”, forse oltre mezz’ora.

Leggi tutto...

Ridateci le nostre maestre

Rivolta dei genitori, all’asilo nido carenti le misure di sicurezza

Quella dei genitori dell’asilo “Il nido dei paperi” di Lucrezia è una specie di rivolta. Questa sera ci sarà l’incontro richiesto all’amministrazione comunale di Cartoceto per discutere dell’uscita dal nido, lunedì scorso, di due bimbi sfuggiti al controllo delle educatrici. “Noi non siamo turbati tanto per il fatto, che comunque è un molto grave - spiega uno dei genitori -, quanto per i provvedimenti che in seguito sono stati adottati e cioè l’assegnazione a un altro servizio di tutto il personale”.

Il paradosso è solo apparente, perché col trasferimento immediato delle tre educatrici e della bidella che erano in servizio lunedì, deciso dalla cooperativa Labirinto per il venire meno del rapporto di fiducia, con l’avallo dell’amministrazione comunale, si è interrotta la cosiddetta continuità didattica.

Leggi tutto...

Bimbi scappati dall'asilo: è il giorno della verità. Aperta un'inchiesta

Questa sera alle 21 riunione in paese tra genitori, maestre e amministrazione.

E' il giorno della verità per genitori, maestre e responsabili del Comune di Cartoceto. Un faccia a faccia chiarificatore dopo lo spauracchio di lunedì mattina che ha visto due bambini piccolissimi scappare dall'asilo “Il nido dei Paperi” dopo aver aperto una porta col maniglione “antipanico” e finire in mezzo a una strada. Solo grazie alla prontezza di una signora che li ha notati e consegnati ad alcuni dipendenti del comune ha evitato che accadesse loro il peggio. Subito dopo il fattaccio l'amministrazione comunale ha chiesto e ottenuto dalle tre cooperative che gestiscono l'asilo, il cambio immediato dell'intera equipe, formata da cinque persone, tre maestre e due collaboratrici scolastiche. Sempre l'amministrazione ha dato mandato al proprio avvocato di seguire la vicenda, mentre i carabinieri hanno aperto un'inchiesta (d'ufficio, non essendo stata presentata denuncia da parte dei genitori dei bambini) per accertare la dinamica dei fatti ed eventuali responsabilità (abbandono di minore).

Leggi tutto...

Tragedia evitata a Lucrezia: due bambini escono dall'asilo nido e finiscono in strada

I piccoli di appena 2-3 anni sono sfuggiti al controllo delle maestre.

Asilo nido, il “Nido dei Paperi” a Lucrezia. Lunedì mattina. Bambini che giocano, si divertono, fanno attività ludiche. Una ventina in tutto, sui due o tre anni di età. Con loro ci sono anche tre maestre. Ad un certo punto, due bambini sfuggono al controllo delle insegnanti, si dirigono verso una porta e spingendo il maniglione antipanico riescono ad aprirla e ad uscire fuori dall'edificio. I due pargoli di nemmeno tre anni, curiosando qua e là si spingono oltre il cancello e finiscono in mezzo alla strada. In quel mentre fortunatamente non passano auto: una signora li nota. Sono senza scarpe solo con le calzature antiscivolo. Li afferra, cerca di chiedere loro qualcosa e poi li porta immediatamente nella vicina sede della Delegazione comunale di Cartoceto. Da quel momento in poi scoppia il finimondo. Vengono avvisate prima le maestre e poi genitori. La notizia fa subito il giro del paese.

Leggi tutto...

Impianto a biogas di Lucrezia: l’incontro del comitato con i cittadini

Un’affollatissima assemblea per il debutto del comitato cittadino che si è formato contro il progetto di costruzione di un impianto a biogas nel quartiere San Marco.

La sala riunioni comunale non è riuscita a contenere le tante persone intervenute che si sono sedute nei gradoni del piccolo anfiteatro nei pressi dell’ingresso.

Il giovane presidente del comitato Marcello Baravelli ha introdotto i vari interventi. Interessante relazione del dott. Vantaggi dell’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente che ha parlato delle polveri sottili, del loro sprigionarsi nell’aria durante la combustione e di come anche i filtri più potenti in realtà non siano in grado di evitare che le microparticelle si disperdano nell’atmosfera e finiscano inevitabilmente nella catena alimentare in quanto non biodegradabili.

Leggi tutto...

Impianto biogas a Lucrezia

La centrale a biogas di Lucrezia, contro la quale è nato il comitato per la tutela della salute e dell’ambiente del comune di Cartoceto “Lucrezia è natura”, non è una diceria bensì un progetto reale. L’elaborato tecnico è stato presentato ieri all’amministrazione comunale di Cartoceto per l’approvazione ed è regolarmente protocollato.

Si tratta di un impianto di cogenerazione da biogas della potenza di 316 kilowatt, finalizzato alla produzione di calore a servizio della nuova lottizzazione di 22 villette in via San Marco.

Leggi tutto...

Ricercando il sapere con Marco Polo

Il famoso viaggiatore e mercante veneziano che dà il nome alla nostra scuola

«Istituto comprensivo Marco Polo»… questa è l’insegna che vediamo ogni giorno prima di entrare a scuola. Ci era sempre sembrato un nome come tanti altri, tutte le scuole in ogni parte d’Italia portano il nome di un qualche personaggio illustre e più o meno storico e conosciuto. Ma poi, pensandoci bene, ci siamo accorti che nessun altro personaggio è tanto indicato per dare il proprio nome ad una scuola come Marco Polo. Egli fu un grande viaggiatore e navigatore, nacque a Venezia nel 1254 e, seguendo le orme del padre, ricco mercante che commerciava con l’Oriente, nel 1271 intraprese un lungo viaggio che lo portò fino in Cina.

Leggi tutto...

Addio a don Ettore Carboni, grande parroco di Lucrezia nei tempi difficili della guerra

Don Ettore carboni è morto alla veneranda età di 101 anni. Lucreziano doc, da tanti anni viveva a Fano con sua nipote Fernanda.
E’ stato parroco di Lucrezia negli anni duri della guerra e della ricostruzione.La messa di esequie verrà celebrata martedì 22 maggio, alle ore 10 nella chiesa di San Paolo al Vallato. Alle ore 11,15 circa, il feretro sosterà nella chiesa di Lucrezia, la chiesa che don Ettore aveva ricostruito dopo che la precedente era stata minata e distrutta dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale.
Don Ettore riposerà nella sua terra natale, nel cimitero comunale di Cartoceto.

 

Un breve pensiero di Marco Manoni:

“Caro don Ettore, ti dico grazie per le tua pastorale semplice e dotta, grazie per essere stato un punto di riferimento per noi parrocchiani durante il “passaggio del fronte”, grazie per quando tanta gente si rivolgeva a te per la ricerca dei tanti soldati dispersi o prigionieri in Germania e Russia.

Leggi tutto...

Ieri a Fano i funerali di don Ettore Carboni

Sono state celebrate ieri nella parrocchia di San Paolo al Vallato di Fano le esequie di don Ettore Carboni morto all’età di 101 anni. Le esequie sono state celebrate dal vicario monsignor Tintori, in quanto il Vescovo è impegnato a Roma all’assemblea generale dei Vescovi.

Don Ettore era nato a Cartoceto il 3 marzo del 1911. Ordinato sacerdote a Fano nella sede del Seminario il 31 marzo del 1934. E’ stato parroco emerito di “Sant’Apollinare” in Lucrezia di Cartoceto.

Leggi tutto...

Pagina 9 di 19

Cartoceto in Movimento

parlamento 5 stelle

Il Blog di Beppe Grillo

La Cosa Channel

5gg5stelle2stagione

Comune di Cartoceto

Unione Comuni Valle del Metauro

Provincia Pesaro Urbino

logo fesr

Pro Loco Cartoceto punto IAT

Biblioteca Afra Ciscato Cartoceto