Il sito Cartoceto in Movimento utilizza cookies come descritto in Cookie Policy.  Premendo il tasto OK accettate l'utilizo dei cookies da parte nostra.

 

Il confronto tra i tre “giovani” candidati a sindaco: il giovane vecchio, il vecchio giovane ed il giovane esploratore

15 Maggio 2014

Una palestra comunale al completo ha assistito al confronto con i candidati a Sindaco nel comune di Cartoceto organizzato dall’Associazione Culturale “La via della seta”. A coordinare la serata, il presidente dell’Associazione Mauro Rapa ed un timer “svizzero”  che ha contingentato tutti gli interventi dei candidati. Assente all’incontro il candidato Massimo Scarpetti, per un impegno improrogabile.

Dialogo molto composto tra i tre, per certi versi anche troppo composto, alcune volte al limite della ripetizione.

 

Cosa ricordare della serata? I 500 posti di lavoro promessi dal candidato Ivaldo Verdini nel corso del suo mandato?  Oppure gli ingredienti della ricetta del progetto di Enrico Rossi che mixa tradizione ed innovazione? O ancora Massimo Andreoni che punta alla immediata fusione dei comuni (Saltara, Cartoceto, Serrungarina e Montemaggiore) per superare così i limiti del patto di stabilità per poter spendere le risorse disponibili?
Nelle domande incrociate, mentre Verdini ha ricordato i 160mila euro spesi in avvocati dalla Giunta Valeri, Rossi gli ha ricordato che molti di quei soldi erano dovuti alla questione piano regolatore e vendita di un terreno, lasciati in eredità dalla sua amministrazione.

Simpatica e ben gestita la domanda che ha rivolto Andreoni a Verdini in merito all’impiego delle “porchette” durante la campagna elettorale. Lo scafato Verdini ha risposto con: “La campagna elettorale è anche una festa della democrazia e occorre seminare passione e speranza per il futuro” e la porchetta o una bevuta vanno in questa direzione.

Massimo Andreoni ha parlato più volte di una Lucrezia “vuota”, dove sono state fatte le case ma mancano i servizi, mancano i luoghi di incontro e socializzazione per le famiglie ed i giovani e dove manca un progetto culturale a lungo termine.

Ci vengono in mente tre categorie ripensando all’incontro di ieri sera: il “vecchio giovane”, il “giovane vecchio”, e il “giovane esploratore”. Il primo animato dalla passione per la politica riesce ancora a stupire; il secondo anagraficamente giovane ma già politicamente “navigato”, il terzo che punta il suo cannocchiale verso una “città ideale”.

di Alessandro Marconi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

Lascia un commento

Cartoceto in Movimento

parlamento 5 stelle

Il Blog di Beppe Grillo

La Cosa Channel

5gg5stelle2stagione

Comune di Cartoceto

Unione Comuni Valle del Metauro

Provincia Pesaro Urbino

logo fesr

Pro Loco Cartoceto punto IAT

Biblioteca Afra Ciscato Cartoceto