Il sito Cartoceto in Movimento utilizza cookies come descritto in Cookie Policy.  Premendo il tasto OK accettate l'utilizo dei cookies da parte nostra.

 

tempodicambiare fusione-banner-fb lucrezia_dall_alto olivi piazza_lucrezia_low IMG_6433

"Quando parliamo di ospedale unico, di certo, il sito che soddisfa maggiormente le esigenze dei cittadini è quello di Chiaruccia". Ha le idee chiare il sindaco di Cartoceto Enrico Rossi che tra Fosso Sejore, Muraglia e Chiaruccia, preferisce la soluzione fanese. "Sono diverse le considerazioni da fare quando parliamo di nuovo nosocomio – sottolinea il primo cittadino di Cartoceto -.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

Le 'Iene' hanno dato uno scrollone al ventre molle della sanità pesarese. Il servizio filmato dell’altra sera su Italia 1, con ambulanze che si facevano pagare il doppio del dovuto, con l’utilizzo abusivo di lenzuola ospedaliere piuttosto che di proprie, e con le scuse insostenibili dei responsabili delle croci private chiamate in causa, hanno fatto correre il nuovo direttore dell’Asur-Area vasta 1 Carmine Di Bernardo dal procuratore della Repubblica di Pesaro. E’ stato consegnato un esposto (col nostro articolo di ieri) su quanto la trasmissione ha rivelato.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

La questione sanità è sempre più bollente…Ospedale Unico come sempre al centro della grande diatriba, per colpa della quale nella giornata di giovedì 25 settembre sarebbero volate parole grosse tra il Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca e il Sindaco di Pesaro Matteo Ricci.

Un dibattito che a detta del Sindaco di Fano Massimo Seri “è meramente elettorale” (in vista delle elezioni regionali del 2015) e a tal proposito è stato organizzato per la giornata di domani, sabato 27 settembre, un incontro tra il Primo Cittadino,  l’assessore regionale alla sanità Almerino Mezzolani e il Sindaco di Pesaro Ricci.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

«Si possono mantenere le eccellenze anche divise tra Pesaro, Fano e Urbino»

«Le alternative all'ospedale unico ci sono. E' fuorviante diffondere l'idea che, perdendo lo status di azienda in virtù dei nuovi standard ospedalieri nazionali, gli ospedali Marche Nord dovrebbero rinunciare ai reparti specializzati». I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle Marta Ruggeri (Gruppo Sanità, Fano), Edda Bassi, (Commissione Sanità, Pesaro), Silvia D'Emidio (Gruppo Sanità, Pesaro) ed Emilia Forti (consiglio comunale, Urbino) non arretrano di un millimetro dalla convinzione che il nuovo ospedale Pesaro-Fano, così com'è stato concepito, non serva al nostro territorio e una soluzione l'hanno già trovata: «Entrando nel merito degli standard — scrivono Ruggeri, Bassi, D'Emidio e Forti — a noi sembra che anche in assenza dell'Azienda Marche Nord i tre ospedali di Fano, Pesaro e Muraglia potrebbero costituire un presidio ospedaliero di primo livello dotato di Rianimazione e organizzato su tre sedi distaccate.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

Da Mauro Rossi, del Movimento 5 Stelle Pesaro, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa sulla questione sanità e ospedale unico:

Sanità e ospedale unico, 5 sindaci accolgono l’invito del Movimento 5 Stelle Pesaro. Il 9 agosto 2014 segna l’inizio di un nuovo percorso politico, fatto di dialogo e di domande sulla reale possibilità di realizzare un ospedale unico che, stando alla bozza di fattibilità, risulta un progetto che lascia molti dubbi, che riguardano:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

Agosto caldo, Moretti: «Mezzolani si dimetta»

Agosto si annuncia come un mese caldissimo sul fronte della sanità. La sezione marchigiana della Confederazione Italiana dei Medici Ospedalieri (Cimo), attraverso il segretario Luciano Moretti, chiede le dimissioni immediate dell'assessore Almerino Mezzolani, dei direttori ospedalieri e delle strutture sanitarie di Area Vasta, e l'allontanamento del direttore del Servizio Salute, Piero Ciccarelli per «la violazione unilaterale degli accordi sottoscritti con i sindacati delle aree della dirigenza medica, sanitaria e veterinaria formalizzati lo scorso 7 aprile con la delibera 423».

Fronte sanitario bollente anche nella provincia di Pesaro, dove il Coordinamento dei gruppi comunali del Movimento 5 stelle ha convocato per sabato 9 agosto un incontro sull'ospedale unico al quale sono chiamati a partecipare i sindaci dei 59 comuni dell'area provinciale, insieme ai vertici sanitari regionali e ai direttori dell'Azienda Marche Nord e dell'Area Vasta 1: i grillini chiamano i primi cittadini in carica, o appena eletti, «a prendere una posizione chiara sul progetto dell'ospedale unico».

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

Bocciata la mozione del M5S per la difesa dell’Ospedale di Fano.

La decisione del sindaco Seri e della sua maggioranza di continuare a sostenere il progetto di ospedale unico, smaschera le contraddizioni pre e post elettorali sul futuro dell’ospedale di Fano.

Pur essendo venute a mancare due premesse fondamentali alla realizzazione del nuovo complesso ospedaliero dell’Azienda Marche Nord, ovvero la disponibilità di risorse statali per il finanziamento e l’accordo tra i sindaci sulla sua localizzazione è chiaro che anche a Fano – come a Pesaro – tutta la maggioranza insiste con un progetto i cui rischi appaiono di gran lunga superiori ai vantaggi, a cominciare dal project financing fino all’assurda localizzazione di un ospedale provinciale a due passi dal mare e cioè a Fosso Sejore o a Muraglia.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

Lista D'Anna, 5 Stelle, Lega e Coordinamento fanno i turni per proseguire a oltranza.

La protesta contro le recenti scelte in fatto di sanità è arrivata oggi sotto le finestre dell’ospedale fanese. Ce l’hanno portata il consigliere regionale Giancarlo D’Anna, la sua lista civica e il coordinamento pro Santa Croce, organizzando un’occupazione pacifica davanti al padiglione B, l’edificio centrale della struttura sanitaria.

L’iniziativa ha riaggregato forze politiche che nella stagione elettorale avevano preso strade divergenti, come Lega Nord e grillini di Fano a 5 stelle, ma non ha bucato la soglia dell’attenzione. Piuttosto contenuto il numero dei partecipanti: una sessantina in tutto, forse poco meno di un centinaio nel momento di massimo afflusso.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

Dal Movimento 5 Stelle Pesaro e Fano due domande alla Regione sul tema, sentitissimo, della sanità. La prima riguarda la richiesta di un’analisi costi-benefici per dimostrare, “in maniera convincente ai cittadini (sulle cui spalle ricadranno i costi di tutte le scelte) i vantaggi e gli svantaggi della costruzione di un nuovo ospedale di oltre 500 posti letto rispetto alla ristrutturazione e riorganizzazione degli ospedali di Fano e di Pesaro”. La seconda riguarda la valutazione dei rischi del Project Financing nell’edilizia sanitaria per le casse pubbliche, “da effettuarsi anche sulla base delle recenti esperienze sia in Italia che all’estero”.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Informazioni aggiuntive

Cartoceto in Movimento

parlamento 5 stelle

Il Blog di Beppe Grillo

La Cosa Channel

5gg5stelle2stagione

Comune di Cartoceto

Unione Comuni Valle del Metauro

Provincia Pesaro Urbino

logo fesr

Pro Loco Cartoceto punto IAT

Biblioteca Afra Ciscato Cartoceto

Guida alla raccolta differenziata

confronto-liste